fbpx

Sometime happens / A volte accade

 

A volte accade :

A  volte  questi   stupendi  predoni   che nella stagione estiva  pascolano in caccia  ai bordi  delle secche ,  in principio di primavera  con l’acqua ancora fredda  si possono trovare su  zone profonde   di  sabbia  o fango ,  in  prossomita’  di piccole pietre di grotto,  stanno fermi nell’acqua gelida ,  forse in una sorta  di letargo o semplicemente accumulando grasso per risparimare le energie per la prossima stagione di riproduzione.

L’esemplare della foto  pesa 8 ,100 kg  ,  stavo sommozzando su dei  segnali isolati su un fondo di 43m e 14 gradi,  con la zavorra mobile calcolata a  misura   6 o 7 m  prima  del fondo.

La visibilita’  e’  di  10 m  scarsi , le  tecnica  e’  lasciare la zavorra e planare lentamente con un paio di kg in cintura sotto corrente  della pietra.

Nel caso ci saranno li troveremo nel lato sopracorrente  fermi sul fondo o  di poco  rialzati  aspettando di tendere uno scatto su qualche  calamaro  o pesce di turno.

Sono arrivato a 3 metri dal fondo  e lo intravedo  sopracorrente   davanti a me  e staccato dal sasso  a limite visibilita’ ,  nuoto a una velocita’  ridotta ma senza esitare sfrutto il pezzo di grotto per  smorzare le mie vibrazioni, quasi  come un indiano in agguato alla selvaggina,   con il  fucile puntanto pronto allo sparo , nel momento  che  il pesce comincia  a dare segno di nervosismo con piccoli movimenti   o  tremito  ;   sara’ l ‘ ‘’unica possibilita’’  che abbiamo per portarci a casa un pesce incredibile.

Tiro il grilletto , il pesce e’ colpito bene  parte ma non troppo  forte infatti l’asta  entra da tre quarti corpo  e esce dalla guancia ,riesco a nuotargli vicino  e  assicurarmi  che l’aletta sia passata ed aperta   e salgo filando il mulinello e staccando il dentice dal fondo ,

la profondita’ e’ elavata  l’apnea e’ lunga e non e’  il caso di forzare la mano, lo recuperero’ con calma  dalla superficie .

I suoi scatti  sono  gestibili e staccandolo dal fondo ho evitato che si possa  ingrovigliare in qualche vecchio palamito o  intanare in  qualche buco obbligandomi a un  secondo tuffo risolutivo.

Se sparato bene  lo forzo  quasi sempre ,  se invece  ho dubbi di tenuta gli lascio filo e me la vedo in seconda battuta.